Poltrona MimmaMà, la forma di un’idea

Un’idea nata da un bisogno, un’azienda nata da un prodotto. La storia della poltrona MimmaMà, l’unica poltrona certificata per l’allattamento al seno con marchio CE, si può riassumere così. Tutto inizia nel 2007 dall’incontro di due donne che hanno pensato un mondo a misura di mamme e bambini, l’architetto Mitzi Bollani e la dottoressa Stefania Sani. «Ho conosciuto la dottoressa Sani dopo una mia conferenza sul tema Accessibilità per tutti – racconta Mitzi Bollani -. In quell’occasione avevo presentato il NiDondolo, un gioco che univa velocità e sicurezza, permetteva a più di venticinque bambini di giocare con diverse modalità di movimento, occupando uno spazio di soli quattro metri per quattro e favoriva l’integrazione e la socializzazione spontanea di bimbi con limitazioni motorie, psichiche e sensoriali senza necessitare della presenza di adulti. La dottoressa Sani, allora primario dell’ospedale di Pistoia e coordinatrice del dipartimento materno infantile, mi chiese se potevo studiare una poltrona che sostenesse in modo corretto la mamma ed il bimbo in tutte le posizioni di allattamento e soprattutto potesse alleviare i dolori dei giorni successivi al parto, poiché in commercio non trovava nulla di adatto. Così ebbe inizio l’avventura di MimmaMà».

Ci è voluto un anno di intenso e meraviglioso lavoro per raggiungere il risultato finale. Collaborando fruttuosamente con la dottoressa Sani ed il suo staff, l’architetto Mitzi Bollani ha modellato una poltrona con un particolare rilievo nella seduta per eliminare le pressioni nella zona perineale, braccioli ampi e arrotondati per consentire di trovare il miglior appoggio per il braccio della mamma e per il suo bambino, con particolari sfiancature dello schienale che ingentiliscono il design e consentono il libero movimento delle braccia oltre che l’appoggio del bimbo nella posizione sottobraccio (detta anche a rugby) utilissima per allattare in contemporanea. Il sostegno lombare, della schiena, delle braccia e delle gambe, rilassa tutti i muscoli della mamma, l’aiuta a sostenere il bambino senza sforzo mantenendo la corretta posizione di attaccamento al capezzolo evitando così le fastidiose ragadi. La facilità di assunzione e di scambio delle diverse posizioni di allattamento facilita lo svuotamento di tutti i dotti lattiferi, evitando l’insorgenza di mastiti.

MimmaMà è stata modellata nei particolari, con la plastilina come una scultura, ricercando soluzioni ergonomiche soddisfacenti per mamme di diversa altezza, che trovano il miglior comfort utilizzando il poggiapiedi che assicura il mantenimento corretto della posizione trovando la giusta distensione delle gambe. «Desideravo realizzare una poltrona robusta, che si mantenesse nel tempo – ha detto l’architetto -. Per questo motivo ho preferito garantire il comfort di tutti senza utilizzare regolazioni con molle a gas che poi si rompono».

Dunque la poltrona era pronta. Il passo successivo sarebbe stato trovare un’azienda che volesse produrla. «Sembrava che nessuno volesse prendersi questo rischio e così ho fondato Leura srl, per produrre e vendere direttamente il mio prodotto – ha raccontato l’architetto -. Lo commercio col cuore e con la conoscenza del tema più che con le strategie di marketing».

E commerciare col cuore porta i suoi frutti. MimmaMà è sinonimo di creatività tutta italiana ed ha ricevuto il marchio Designed for You&All, perché è una poltrona che può essere utilizzata anche fuori dall’allattamento ed è proprio per tutti. Le sue caratteristiche e perfino il suo cuscino per l’allattamento sono utili anche per chi dovesse lavorare con il notebook sulle ginocchia. Oggi MimmaMà compie dieci anni ed è conosciuta in tutto il mondo: in Europa, Australia, Stati Uniti e perfino negli Emirati Arabi. E’ nelle maternità degli ospedali, nei consultori, negli aeroporti, nei centri commerciali ed ora con il progetto Segui il cuore… Latte e Cultura anche nelle biblioteche e musei. Per le sue qualità di ergonomia e comfort, oltre che per il suo design inconfondibile, è diventata il simbolo del Diritto alla Salute di mamma e bambino.

Antonella Larotonda

Posted in Notizie and tagged , , , , , , , .